Fontana- monumento a Pinocchio – Corso Indipendenza

 
Storia –  Caratteristiche tecniche – Vincoli – Progetto – Visite

 Storia

Fontana – monumento dedicato a Pinocchio, protagonista di un romanzo per bambini di Carlo Lorenzini detto Collodi. Dono al Comune di Milano della “Famiglia artistica Milanese “ , venne inaugurata il 19 Maggio del 1956. Si trova nel campo giochi dei giardinetti  di Corso Indipendenza.

Sul lato corrispondente al lato minore si innalza un tronco di piramide, in marmo verde, poggiante su un basamento. Sulla sua sommità si trova la scultura in bronzo che raffigura Pinocchio bambino; alla base giace la scultura in bronzo di Pinocchio Burattino, disteso esanime. Sull’angolo posteriore si trovano la scultura in bronzo della volpe e quella del gatto sul lato opposto.
Le statue Bronzee sono opere dello scultore Attilio Fagioli (1877 – 1966), scultore attivo a Milano. Sul tronco di piramide sono scolpiti a caratteri dorati i versi del poeta milanese Antonio Negri: “ come ero buffo quando ero un burattino…e tu che mi guardi sei ben sicuro d’aver domato il burattino che vive in te?”.
Nel 2013 sono stati eseguiti i restauri ad opera del Comune di Milano ed hanno riguardato il restauro completo del monumento in bronzo, del basamento e della fontana. In particolare è stata riplasmata la figura del gatto ( con il contributo della nipote dell’artista ) che venne trafugata diversi decenni fa.

Caratteristiche tecniche

La fontana è stata dotata di un locale tecnico interrato dove sono stati alloggiati gli impianti elettromeccanici relativi al nuovo impianto di ricircolo e di una vasca di compenso interrata per consentire il filtraggio delle acque e dei rifiuti e foglie. La vasca della fontana, il cui bordo ellittico è originale e composto da sette elementi in granito di Baveno, è stata completata con una dotazione impiantistica finalizzata alla realizzazione di un gioco d’acqua a cascata, appositamente studiata per non creare disagio ai frequentatori. Il fondo della vasca è stato completamente rinnovato in tessere di mosaico vetroso posate in modalità concentrica e concava. La fontana è anche dotata di un proprio impianto di illuminazione costituito da fari Led in grado di valorizzare sia la vasca sia il basamento del monumento, realizzato in Serizzo Valmasino.

 Vincoli

Vincolata dalla Sopraintendenza ai Beni Architettonici.

Progetto

Su progetto di Attilio Fagioli fu la Fonderia Artistica Battaglia di Milano a produrre le fusioni.

Visite ed informazioni

La fontana si trova all’interno di un giardino pubblico ed è sempre visitabile.